A piede libero

Mamma mia che settimana!!!

Non so se non capisco com’è che siamo arrivati a sabato o se mi sembra di fare questa vita da sei vite!!!
Ebbene sì, il corso di cui non parlavo per non dare date è finalmente partito, 3 settimane al CNR e poi si parte…certo fino al giorno prima non ci ho creduto viste le peripezie assurde che sono state fatte, ma si vede che siamo un bel gruppo e ci abbiamo creduto, ora non ci resta che dare il meglio ^_^
Giugno certo sarebbe da cancellare per alcuni versi e da approfondire per altri…è e sarà incredibile, devastante, strano, avvilente e stimolante!!! Con quasi dieci ore al giorno fuori di casa e la sera studiare per gli esami…non per niente il mio messaggio personale per ora è: “un cià spuntuuuuu” ma vedremo 😛 chi-muro
(Questo post me l’ha proprio imposto la voglia di scrivere)
Ce la faranno i nostri eroi? (ma cu su?)

Di certo questa settimana devo ringraziare la stupenda giornata di lunedì passata  sulle madonie sopra Castelbuono  a cavallo con Claudia Elisa & Co, mi ha scaricato e dato la forza per affrontare la settimana (certo ho ancora il culo distrutto e caviglie e polpacci mi maledicono ogni mattina ma pazienza!! eh, quando c’è la gioventù…!!), poi ho visto anche il cavallino di Cla che è un ciccinino (giooooiooooooooo!!! certo non era contentissimo quando abbiamo provato a lavargli i denti con sale e aceto :P), avrei voluto fare più foto ma avendo fatto equitazione più di 6 anni fa ero troppo impegnata a ricordarmi come far credere al cavallo che mi ricordavo qualcosa 😛
Però stupendo…senza parole…mi ha fatto anche pensare che bisogna fare più spesso qualcosa che ti aiuti a ricordarti che non sei una macchina, anche se il tempo non c’è…forse meglio toglierlo al sonno a volte che a momenti come questo!! (oddio già al sonno l’ho tolto per altri motivi…)
Un grazie anche ai fantastici per l’assurda serata Lost a Montepellegrino con sambuca, mac collegato alle casse della macchina, patatine e tettuccio aperto…questa andava puntualizzata ^_^

Cmq dopo Giugno devo darmi una calmata (ci proverò) anche perchè ho appena messo l’ammorbidente in frigo e non va bene, per rilassarmi quando trovo un minuto sul letto guardo ally e divento ancora più psicopatica, il chiamaangeli non va agitato, la mattina vorrei sambuca al posto del latte, non ho gonne di una lunghezza adeguata (ma ho le casse del computer nel pandino :P), inveisco contro le persone, un punto interrogativo aleggia in modo permanente sulla mia testa e gaia non ha rispetto per me ^_^

Te l’avevo detto che oggi avrei aperto una petitionline no?!?!?!?!
Dai, alla fine la petizione è per far qualcosa per questo non l’ho aperta, e l’unica cosa che si può fare nel tuo caso è chirurgia inversa…quindi facciamo così, intanto apro un sondaggio, se vince il “sì” facciamo anche una colletta e poi la petizione 😛

n

{democracy:2}
Ovviamente se hai risposto la seconda o sei maschio, o sei Gaia o sei Pamela Prati, e sei hai risposto la terza non sei di questo pianeta o.o  
Ma comunque, ciancio alle bande, ehm, si, (non sono io è il mac che prende iniziativa…si si è solo un modo subdolo per sottolineare che ho il MAC!!!! risata sa-di-ca)

…torno ai miei pacchetti e protocolli…un baciuzzo a tutti (tu evri-uàn) :*

La serietà non è mai troppa…soprattutto a Natale!!!

Ditemi che non è fantastico!!!
Onore e gloria a Roberta (l’autrice)…è stupendoooo!!!! ^_^
(Maicco non potevo non fregartelo sto link, anzi dicendo “versione inedita” sei stato troppo buono!!! 😛 )
E con questo vi auguro uno stupidissimo in questo caso (ma felicissimo)…

BUON NATALE E BUONE FESTE!!!!

(Poi voglio sapere da Roberta perchè l’autrice non si è messa tra i….insomma, vedrete cosa!!!)
Stupendo…. ^_^

CLICCA QUI!!!!

Ode alla via Archirafi

(Usare con cautela; può creare dipendenza; il test di autovalutazione è in fondo al post)

Soffro di “Sindrome da via Archirafi”, è ufficiale.

Questo tipo di sindrome contagia ragazzi universitari dal primo anno alla sommatoria che va da uno a più infinito dei fuori corso, ragazzi accomunati dall’amore per le materie di tipo scientifico e dal disprezzo verso tutte le materie del tipo “scienze_delle_merendine”.
I sintomi sono tanti…io credo di esserne affetta e anche in modo grave.
Lo penso quando in viale delle scienze mi sento un pesce fuor d’acqua, ma anche peggio, un contadino a Tokio.
Calma!!! Calmatevi!!! Tutti esauriti, chi ti spinge a destra, chi corre a sinistra, chi ti taglia la strada, (credo anch’io che “non c’è tempoooo!!!” ma no accussì ^_^) luoghi grandi, perfetti, puliti, “apparentemente” organizzati… (..è questo il problema..) e io, (se non per poche esclusioni causa studio_senza_distrazioni)… non mi ci trovo!!
Mi rendo conto che è un problema mio…ma per avere un pò di aria condizionata non c’era già l’Auchan? ^_^
Per non parlare delle “pratiche” sconcertanti che usano a lezione…leggono a turno ad alta voce, comprano libri nuovi (ehhhhh?) e i professori adottano ancora quelle graziose sottigliezze per le quali non venivo ripresa dal primo liceo almeno (del tipo “sputa quella cewingum” oppure “Secondo lei si viene a lezione senza materiale??? (—> libro)” etc etc…
Come risultato immediato (oltre a quello di avere una cewingum nello stomaco -.-‘ ) c’è che il mio amore per la via Archirafi, un mondo in confronto tipo “Heidi versus New-York”, da amore smisurato si è trasformato in amore morboso.
Si vede che sono per le cose semplici ^_^, magari se fossi li a tempo pieno avrei la sindrome opposta…ma intanto c’è poco da scherzare:

La Archirafite E’ UNA MALATTIA. Rendiamocene conto.

A tal proposito ecco un breve elenco di sintomi di tale malattia.
(Ne sei affetto se ti riconosci in almeno 4 di esse)

  1. Ti senti a casa quando entri nella zona cipolla/archirafi
  2. Sei orgoglioso/a di conoscere vicoli e sconosciuti sottopassaggi che portano nel mondo vero (es. stazione centrale)
  3. Sorridi quando il vento anzichè portare foglie porta balle di cotone (sempre più grandi o.O)
  4. Pensi che sia un vantaggio avere il pescivendolo sul marciapiede adiacente
  5. Conosci “Le intamate”
  6. Pensi che in viale delle scienze avranno anche il supermercato, ma non godranno mai di una friggitoria con fidelity card, di un Luzio, di un Ponfitt o della signora dei panini.
  7. Ti rendi conto che altrove non avresti mai trovato posteggio tra una 600 e un divano. (realmente successo…)
  8. Non ti pesa troppo se dentro ogni facoltà non c’è un centro stampa, un bar e armadietti in biblioteca, hai le tue balate di marmo e cchevvuoi ancora??
  9. Sai cosa è Sant’Antonio del Portoncino
  10. Ti ritrovi in quella zona quasi involontariamente (….)
  11. L’ottimismo è tale che credi nell’avvento della wireless non solo a piano terra.
  12. Sai che la macchinetta a Fisica è un punto fermo nella vita.
  13. Pensi che in altre facoltà non potranno mai distrarsi guardando la signora di fronte che stende mutande.
  14. Con due piani di quelle scale non abbiamo bisogno di alcuna palestra.
  15. Non esiste un altro posto in cui fanno un mercatino la Domenica pomeriggio.
  16. Pensi che l’aula cesso sia un bel posto


Autovalutazione (…in quanti sintomi ti riconosci?) :

Da 0 a 3: Sei salvo\a.

Da 4 a 7: Piccoli archirafini crescono, ma per te probabilmente è troppo tardi.

Da 8 a 12: Non c’è più niente da fare.

Da 13 a 16: Mi stupisce che non hai ancora arredato un cassonetto.

Allora…?
Come siete messi?

Ps. Chiudo il mio cassonetto che sta piovendo!! ^_^