Manca solo la neve

Colonna sonora del momento un mix di canzoni di Natale prese tra Ally e Mamma ho perso l’aereo…qualcuna un pò più allegra, altre un pò meno, per ogni momento insomma. Quest’anno sento paradossalmente l’aria del Natale, forse in maniera un pò infantile a volte, quando mi soffermo tra le cose belle che per fortuna non mancano e anzi mi sorprendono giorno per giorno, e a volte invece con un pò di nostalgia, quando invece penso a quelle che vanno allegramente a puttane, e figuriamoci se quelle si fanno mancare (l’elenco è luuuuuungo ma, Gianni, siamo a fine anno, l’ottimismo…. ^^).
Solo che per fortuna le prime aiutano ad affrontare le seconde…
Ma non posso mettere qualcuna di queste canzoncine come sottofondo???
Vorrei farvi partecipi…come si dice, creare un pò di atmosfera…!!!

In realtà dovevo iniziare con un mea culpa, per aver abbandonato questo spazio per troppo tempo, ma infondo non è stata tutta colpa mia (e figuriamoci se poteva esserlo!) ma del trasferimento dei server di netsons che si è portato insieme a problemi vari di database anche tutta la sidebar laterale…non ci sono più le mie adorate frasi, le converse qua e la, lastfm, i collegamenti ai siti preferiti, la dollina, insomma non c’è più un cabbasiso di niente. Grrrrrrr!!!!
Un attimo, scoppio in lacrime e torno (sbattendo le mani!!! ^^)  così —>   kapook
Quindi ora che mi sono decisa ad aggiornare la versione (ebbene si, per la seconda volta da sola!! clap clap clap!!! – ma non mi stavo laureando??- ) ho voluto anche strafare mettendo un tema (temporaneo don’t worry) natalizio (ri-clap clap clap)…ok ok lo so, un si pò taliari ^_^
Evvabbè dovrete assupparvelo solo qualche giorno…sempre se ci entra ancora qualcuno in questo blog impolverato…ehiiiii!!! Sono di nuovo quaaa!!!
Prossimamente vedrò anche di ripristinare sidebar e contenuto…e chissà…magari nuova grafica…!!!
(seeee, già s’allargò…!)

Ma che stavo dicendo? Ah, mea culpa a parte, il fatto è che ero entrata con l’intento di fare un barbosissimo resoconto dell’anno appena passato… barboso per voi ovviamente, io ce l’ho ancora negli occhi e nel cuore giorno per giorno… ma non lo farò dai…!!! Troppe cose…non ce la spunto neanche per associazione di idee!!!
Tra lauree, stage, decisioni, ultime materie, progetti importanti, problemi ma soprattutto momenti indimenticabili e una pace interiore che ora mi aiuta ad affrontare meglio tutto il resto…e di certo non è da sola che arriva questa “serenità” ultimamente… 
La cosa che però non posso tralasciare di sicuro è dire un grazie a tutte le persone che ne hanno fatto parte, da quelle che non mi aspettavo a quelle che invece erano con me già da prima…e dire a tutte BUON NATALE!!!!
Sembro quasi buona vero???
Mi raccomando anche un buon capodanno…soprattutto se almeno voi avete già idea di come passarlo… -.-‘ io come al solito sarò “L’indecisa del 31 mattina“!!
Com’era? “Natale con i tuoi, capodanno con chi vuoi”…?? E giusto con i miei lo passerò il 25! Non posso lamentarmi cmq. ^^
Spero davvero che tutto quello che non va si aggiusti…e se il nuovo anno sarà anche solo paragonabile a questo non vedo l’ora di viverlo ^_^

Il resto…si spera sempre di migliorarlo…giusto anche per avere un buon proposito generico sotto l’albero di natale…!!
Bacini :*

Advertisements

Trionfo di parentesi

Sempre più voglia di scrivere nei momenti – e negli orari – meno opportuni…spesso mi chiedo se dare libero sfogo alla mia logorrea o mettermi un bel cerotto in bocca. Suggerimenti??
(Non credo che su questo vi farò votare…!)

Non è che non mi sento di parlare a ruota libera, (fra l’altro sarei anche nel mio blog volendo… -.-), ma ammetto che esprimermi scrivendo mi rende piuttosto sincera, il che NON è sempre un bene…(qualcuno fra l’altro mi ha ricordato di recente l’esistenza delle famose “bugie bianche”…e anche qui ce ne sarebbero di considerazioni..) – (io e i periodi grammaticali infiniti…siamo alle solite…) – (io e le seimila parentesi (a volte annidate)…sempre alle solite anche in questo).
“Vabbè”. Andiamo avanti.
Vorrei capire perchè ho così tanti problemi a parlare guardando in faccia le persone… il fatto è che non credo mi manchi il coraggio (la faccia da schiaffi no di certo…) ma appena provo a fare un discorso più “delicato” di presenza mi viene fuori una faccia, diciamolo pure, di culo incredibile, e magari quello che dico non sembra più serio come l’avevo pensato. Forse un pò ci colpa la fama da giullare… però che palle certe volte. O forse mi manca il coraggio?? Mmh…spero non sia questo. Non lo è vero???

“Vabbè”, anche qua.
Stasera a casuzza comunque, è il compleanno di mio papi (a sto punto lo era). Ma ci voleva a prescindere (oddio sto termine si sta facendo nuocere ^_^ )…oramai infatti mi sveglio chiedendomi dove sono.
Il trucco alla fine consiste nel non farsi prendere dal panico (la conclusione più ovvia sarebbe “non è un pò presto per l’alzaimer??”) e analizzare i dettagli…(certo, considerando poi che non vedo a infrarossi e che una talpa ha più decimi di me ce la posso fare…), volendo anche i rumori…e diciamo che così facendo, qualche lampadina si accende.
Solo che a questo punto sorge una domanda: è più grave il senso di smarrimento (se così si può chiamare) o il fatto che in quegli attimi ci sto bene?? “Annosa questione” come direbbe la mia au!! (o era aennosa…?)
(su questa invece sarebbe il caso di votare… :P)
[parentesi quadra…per via dei lavori in casa la mia stanza in questo momento è un deposito di mobili, c’è a malapena lo spazio per passare dalla porta alla scrivania…mi sa che se anche domattina non capisco dove sono ***zi mei…!!! ^_^]
A proposito di domattina…la sveglia suona presto…mi sa che è il caso di smetterla di delirare e dormire. Uff lo sapevo…mi sono scordata di prendere il plaid nella stanza dei miei e ora morirò di freddo.
“Vabbè”.

Buonanotte a tutti…spero che qualcuno o qualcosa mi illuminino al più presto su cosa devo fare, e credetemi, non potevo essere più generica di così visto che io stessa non so a cosa riferirmi prima!

See you Later….non ho finito. Cioè, solo per adesso.

In fila con i disillusi

Fortuna che non ho scritto questo post ieri sera, ma lo scrivo lo stesso.
L’ultima volta che ho avuto smanie notturne di scrivere erano le due e ne è uscita fuori una penosa toeria sui “vabbè”…scoprendo il giorno dopo di non essere stata la sola a pensarla!
(Almeno…)
Niente di grave infondo, tranquilli, è solo che l’ottimismo dell’ultimo post è lontano anni luce (e figuriamoci, piacere Nadia), anche se piccole cose si accumulano…si accumulano, e io non esplodo…perchè non avrebbe senso, non è neanche da me, e poi con chi di preciso.
Quindi niente.
Forse sono solo pensieri più che fatti (nzumma…)
Però ascolto musica e pensieri (li alterno bene) e mi chiedo il perchè di questi momenti di apatia (ma chiamiamolo anche “scazzo” và, ha un nome).
Me la dovrò pur dare una risposta!
Vorrei essere più sfacciata e riuscire a dire a qualcuno che mi ha deluso. Ad altri vorrei dire qualcosa, semplicemente qualcosa. Penso di essere brava a dare consigli, agli altri. C’è anche qualcuno che è rimasto indietro…qualcuno che invece vorrei lasciarmi indietro.
C’è qualcuno che crede di essere un mistero ma che io invece ho capito benissimo (o magari non c’era molto da capire). Qualcuno a cui vorrei dire che farsi due forchettate di cazzi propri nella vita non può fare male, e che che non devo rendere conto a nessuno. A qualcuno vorrei dire solo di far pace con se stesso prima di tutto. A qualcuno semplicemente grazie.
Voglio non chiedermi se è normale ascoltare la stessa canzone per più di 15 volte. Lo è?
Ops così l’ho fatto.
Sono contenta di ascoltare le parole delle canzoni con attenzione, non credo che tutti lo facciano, si perdono molto.
Però è brutto sentire a ripetizione una canzone che non potrei dedicare a nessuno.
Brutto.
Voglio tutto o niente? Il tutto è impegnativo, il niente mi spaventa.
Ma tanto non decido io!
Ah, è ufficiale, la primavera non fa per me.

Notte gente….“comments are closed”, disse il saggio. (sto già meglio però… o.o)
(Quest’orologio va indietro di un’ora -.-‘)

Quando il testo è poesia…

“Vorrei imparare dal vento a respirare,
dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare…
e avere la pazienza delle onde di andare e venire,
…ricominciare a fluire.

Un aereo passa veloce e io mi fermo a pensare
a tutti quelli che partono, scappano… o sono sospesi
per giorni, mesi, anni…
…in cui ti senti come uno che si è perso
tra obbiettivi ogni volta più grandi.

Succede perché, in un istante tutto il resto
diventa invisibile, privo di senso e irraggiungibile per me,
succede perché fingo che va sempre tutto bene…
ma non lo penso, in fondo.

Torneremo ad avere più tempo, e a camminare
per le strade che abbiamo scelto, che a volte fanno male,
per avere la pazienza delle onde di andare e venire,
…e non riesci a capire…

Succede perché, in un instante tutto il resto
diventa invisibile, privo di senso e irraggiungibile per me,
succede anche se il vento porta tutto via con se, vivendo…
…ricominciare a fluire…”

(Tiromancino – Imparare dal vento)

Semplicemente…niente da aggiungere…è come essere trasportati in un’altra dimensione…
quando le parole è come se uscissero dalla tua anima… ma non ne sei l’autore.

A suo modo un epilogo

Il post in questione rischia di diventare alquanto lunghetto (e dov’è la novità starete pensando…) ma…vabbè intanto inizio.
Non so se pensarlo come un resoconto dell’anno anche se non credo siano queste le intenzioni, però diciamo che 4 cosette da dire qui e la ci sarebbero o.o
Intanto un hip-hip urrà ai 4 aerei che ho preso in 17 giorni (da fare schifo, mi rendo conto…) ma ho realizzato che viaggiare è tra i modi più degni di spendere qualche soldo, e mi ci sto come dire “addiccando” ^_^ cioè, preferisco fare la fame per mesi se l’idea è quella di decollare lasciandomi dietro ogni problema 😛
Questo è sia il mio Dicembre quanto il primo dei buoni propositi.
Fa rimaaaa, e c’èèèèè (…..) 🙂
Commenti? Beh, diciamo che tra Germania, Colonia (ne era uscito anche un post congiunto che ho messo solo oggi perchè è stato completato quando ero già partita -arrè- 😛 quindi, a chi interessa, può leggere il poema del post precedente ^_^), Varese, Como, Serravalle e Lugano ho perso quasi il conto di tutte le cose che mi hanno colpita o affascinata o semplicemente fatta sentire una nullità di un paese poco evoluto (purtroppo anche di questo ci si rende conto…)
(Per Alessandra: non è vero che non faccio altro che prenotare viaggi senza di voi, è che quando avete prenotato il vostro io avevo gia fatto questi biglietti, e non prendevo neanche più caffè alla macchinetta per farti capire il livello di “sparagno”…però nel prossimo contatemi…faccina coi ditini….)

Comunque, totale viaggi: voglio espatriare.

La seconda parte del post è un tantino più complicata…ma…ci provo.
La voglia c’è e inchiostro non ne pago.
Sarebbe un discorso da fare direttamente al 2007 se avesse forma e pazienza di ascoltarmi.
Gli direi che credo di poterlo definire come l’anno più assurdo e intenso della mia vita, nel bene e nel male, il più lungo e il più corto allo stesso tempo, quello che mi ha regalato più emozioni e lasciato più vuoti, quello che mi ha dato più lacrime e più sorrisi, più delusioni ma allo stesso tempo più momenti stupendi perchè non me li aspettavo e sono arrivati come un regalo, quello che mi ha dato più vittorie e sconfitte, non poche soddisfazioni volendo, che mi ha cambiata per certi versi, resa più forte, più fragile e impulsiva, a volte più stronza, a volte solo insicura.
Tornando indietro credo che cambierei ben poco, o addirittura niente, posso solo dire grazie a quest’anno che finisce anche se dovrei prima di tutto dirlo a tutte le persone fantastiche che ne hanno fatto parte.
Ragazzi grazie davvero, neanche avete idea di quanto siete importanti per me.
Grazie per ogni sorriso, per ogni parola, per ogni momento, anche per ogni litigio, per chi mi ha stupìto, per ogni abbraccio, per ogni singolo momento in cui siamo cresciuti insieme, per chi credevo di aver perso e che invece mi ha cercata di nuovo, per tutte le piccole cose che vi rendono unici, perchè con niente ci divertiamo da pazzi…perchè non devo essere nient’altro che me stessa con voi.

Scusate lo sfogo ma volevo farlo. Grazieeeeeeeeeeeee :::::

Appena vi passa il diabete che vi ho fatto venire (non è colpa mia se siete così dolci o.o) volevo anche fare gli auguri a tutti (un salutino ve lo manda anche il mio occhio nero da poco tornato a colori umani 😛 ) quindi concludo la mia solita eneide e vado a sbrigare le 6miliardi di cose che ancora devo fare ^_^

BUON ANNO A TUTTI!!!!!!!!!!!!!!!!! (Giooooooooooiiiii :*)